Per gli italiani, si sa, il gelato è un’istituzione alimentare sacra e dai contorni quasi mistici, al pari di pasta e pizza. Cioccolato, stracciatella, pistacchio, nocciola, limone e fragola sono i gusti che gli abitanti del Bel Paese richiedono più spesso. Ultimamente, tuttavia, le gelaterie nostrane si sono aperte a contaminazioni provenienti da tutto il mondo. Il risultato? Creazioni quasi impensabili, adatte per palati coraggiosi. Eccone alcune.

  • Il gelato all-black: completamente nero, cono incluso. Viene preparato usando uno speciale carbone attivo.
  • Gusto patata: ricavato, ovviamente, a partire dal famoso tubero. A conferma di come i gelati a base di verdure stiano prendendo sempre più piede.
  • Gelato al nero di seppia: il nero di seppia viene spesso usato come colorante, o per aggiungere sapore al cibo. Se ne ricava un gelato dalle note particolarmente salate.
  • Gusto interiora di agnello: prende spunto dall’Haggis, un piatto scozzese a base di interiora di agnello essiccate.
  • Gelato al bacon: very American. Si dice che, abbinato al cioccolato, crei un contrasto di sapori estremamente particolare.
  • Gusto birra: può essere preparato usando qualsiasi marca della deliziosa bevanda ambrata. Va mangiato fresco, per evitare che diventi troppo amaro.
  • Gelato alla cannabis: farà sballare? Provatelo e giudicate voi stessi.